L’Istituto Luce un archivio tutto italiano

cropped-Luce.jpg

Un grande archivio a portata di clic… L’Istituto Luce, oggi Archivio Storico Cinecittà, la più antica istituzione pubblica italiana destinata alla diffusione cinematografica a scopo didattico e informativo del mondo, mette a disposizione gratuitamente una grande offerta digitale di contenuti: 70 mila filmati, dagli anni Dieci del Novecento a oggi e 400mila fotografie. https://www.archivioluce.com/2020/03/14/io-resto-a-casa-e-guardo-i-filmati-luce/
logoluce
Schermata Luce 1
Schermata Luce 2

Collegandosi al sito www.archivioluce.com si può navigare tra cinegiornali d’epoca, backstage di film italiani, documentari sulla storia dell’arte, cortometraggi comici del cinema muto, filmati sulla nazionale di calcio, cronache dal Giro d’Italia, momenti mitici delle Olimpiadi.

Schermata Luce 3

 

Donne + Narni + Cinema

cropped-londra-1.jpg

Il cinema Mario Monicelli di Narni in via Vittorio Emanuele n. 22, è una tappa di uno dei quattro itinerari urbani di cui si compone la guida-libro Donne+Narni”. Per dare forma al silenzio. Guida a storie e percorsi femminili della città, pubblicata a gennaio a cura del Comune di Narni. Itinerari che incrociano percorsi tematici come la maternità, il lavoro, la cittadinanza l’arte e la scrittura: un’esplorazione che rende visibili e fa parlare tutte le donne, e non solo le poche eccezioni che sono entrate nel pantheon maschile.Nella sosta davanti al cinema, la guida invita a riflettere sul fatto che nel cinema la disparità tra uomini e donne resta ancora alta, per la regia, la sceneggiatura, la produzione, e per tutti i mestieri (operatrici, foniche, direttrici di fotografia, compositrici di musica). Le donne sono invece la maggioranza nei settori del casting, del trucco e dei costumi. (Continua ingrandendo le immagini sotto riprodotte).

La pubblicazione è di 248 pagine, con più di 300 fotografie recuperate da archivi pubblici e privati. Oltre ai luoghi storici di Narni, ritraggono donne che hanno vissuto e vivono a Narni, o che hanno lavorato in città: operaie, contadine, artiste, scrittrici, casalinghe, suore, commercianti e madri.

La guida si può acquistare presso alcuni esercizi commerciali di Narni e Narni Scalo, o direttamente presso l’ufficio Pari opportunità del Comune di Narni (tel. 0744/747282).
Layout cop genn
Cinema Monicelli
Album

Montaldo: siamo alla XXIV edizione

Giuliano Montaldo dedica un breve messaggio alla manifestazione “Narni, le vie del Cinema”, ricordando che è nata nel 1995 con l’intitolazione di 17 vie e piazze di Narni Scalo ai protagonisti e alle protagoniste del cinema italiano dal dopoguerra. In quell’occasione il Comune di Narni, organizzatore della rassegna, lanciò un appello a tutti i comuni d’Italia perché si assumessero l’onere e l’obbligo morale di contribuire alla conservazione e al restauro delle opere d’arte del XX secolo, quali sono i film. Montaldo, ci ricorda anche che solo così le attuali e le future generazioni potranno goderne, e la memoria collettiva di un paese potrà essere valorizzata. Il Comune di Narni, con il contributo del direttore storico Giuliano Montaldo e del direttore artistico Alberto Crespi, si è fatto interprete di questa necessità, trasformando “Le vie del Cinema” in “Rassegna del film restaurato”. Ogni anno vengono proiettati film salvati da un sicuro degrado. – Intervista e foto Patrizia Santangeli

giuliano-e-alberto

Raccontiamo le vie di Narni

Sono aperte le iscrizioni per il laboratorio fotografico Raccontiamo le vie di Narni, organizzato in collaborazione con l’associazione Sator. Obiettivo del laboratorio è la realizzazione di un racconto fotografico legato all’ambiente, alle persone e alle attività di Narni, le vie del cinema (i suoi protagonisti, l’allestimento, le vie e le piazze).
Scarica il pdf o richiedi ulteriori informazioni a “Sator” associazione.sator@gmail.com

Sator_2015