8 luglio: Vogliamo i colonnelli

>>> SABATO 8 LUGLIO 2017
16.00 CINEMA & STORIA DA FEBBRAIO A OTTOBRE.
RIVOLUZIONI IN RUSSIA
21.00 LE AVVENTURE DI PETER PAN WALT DISNEY  
21.30 VOGLIAMO I COLONNELLI MARIO MONICELLI
PRESENTA STEVE DELLA CASA

Il pomeriggio dell’ultimo giorno – sabato 8 luglio – Maria Ferretti, docente all’Università della Tuscia di Viterbo, racconterà la rivoluzione russa nell’incontro dal titolo “Da febbraio a ottobre. Rivoluzioni in Russia”. Durante la serata conclusiva sarà proiettato il film Vogliamo i colonnelli, del 1973, di Mario Monicelli: girato sette anni dopo il golpe dei colonnelli in Grecia, e a brevissima distanza da analoghi tentativi autoritari in Italia (il cosiddetto “golpe Borghese” è del 1970). Una farsa acuta e divertentissima che fotografa le tensioni dei primi anni ’70. Steve Della Casa, voce di “Hollywood Party” e autore del Castoro Cinema su Monicelli, introdurrà il film.

sequenzafilm2

NOTE SUL RESTAURO Vogliamo i colonnelli (1973)

Durata della copia restaurata (DCP): 98′. Il restauro della Cineteca Nazionale si è basato sui negativi originalscena e suono messi a disposizione dalla casa di produzione Dean Film. La scena è stata acquisita digitalmente tramite scanner allrisoluzione di 4K. Il restauro è stato effettuato nel 2015 presso ilaboratorio L’ Immagine Ritrovata” di Bologna e presentato alla 72a Mostra Internazionale dArte Cinematografica di Venezia.
vogliamo-i-colonnelli-1973-mario-monicelli-covdvd
steve

 

1917: tra storia e cinema

Da questa XXIII edizione, “Le Vie del cinema”, allargherà il programma, coinvolgendo anche il centro storico di Narni. Il progetto è quello di realizzare un festival che coniughi cinema e storia. Ogni pomeriggio, nei locali del complesso monumentale San Domenico, sarà possibile assistere ad una ‘’lezione di storia’’ con l’ausilio di spezzoni di film significativi. Interverranno personaggi come Gianni Cipriani saggista, Nicola Labanca dell’Università di Siena, Daniele Fiorentino dell’Università di Roma3, Andrea Nicolotti dell’Università di Torino,  Marco Mondini dell’Università di Padova, Maria Ferretti dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, si alterneranno dal 3 all’8 luglio nelle giornate di Narni  dedicate al tema: Cinema e Storia 1917. L’anno della Rivoluzione. Ideate da Alberto Crespi ed Angelo D’Orsi, autore appunto dell’opera da cui prende il titolo la manifestazione, le lezioni affronteranno alcuni degli avvenimenti di quell’anno di cui decorre il centenario.  Immagini e scene tratte da film come “Ottobre” di Eisenstein”,  “La grande guerra” di Monicelli, “I giorni del cielo”di Terrence Malick e “Mata Hari”, interpretata da una indimenticabile Greta Garbo, renderanno uniche queste lezioni. Studenti, studiosi e appassionati potranno così approfondire  un tema sul quale cinema e storia si illumineranno e si spiegheranno a vicenda. Di seguito il programma dettagliato da scaricare.

locandina-storia

locandina-storia

Montaldo in “Tutto quello che vuoi”

11 maggio 2017. Esce oggi al cinema il film di Francesco Bruni Tutto quello che vuoi. Attore protagonista il direttore storico e grande amico di Narni, le vie del cinema Giuliano Montaldo. Il grande regista questa volta veste i panni di un anziano poeta che entra in contatto con un giovane scapestrato, il bravo attore Andrea Carpenzano. Racconta Montaldo: “l’incontro cambierà la vita di entrambi, e attraverso i miei ricordi sugli anni della guerra, andremo a caccia di un tesoro”. – Su Youtube il trailer ufficiale del film.
– Il video-intervista a Francesco Bruni e Giuliano Montaldo.

213058849-c95de360-32da-4247-bc14-509a3e845202

Speciale David di Donatello

Pubblichiamo la bellissima foto di Giuliano Montaldo che consegna il David speciale alla carriera a Roberto Benigni durante la cerimonia ufficiale dell’edizione 2017.
Giuliano Montaldo, già direttore artistico della rassegna, Narni. Le vie del cinema, da febbraio 2016 riveste l’incarico di presidente ad interim di David di Donatello, il premio cinematografico più importante nel nostro Paese. Nell’anno 2007 ha ricevuto lui stesso
il David speciale alla carriera. Tantissimi gli applausi che hanno accompagnato la consegna del premio all’attore toscano. (Clicca sulle foto per ingrandirle).

giulianodavide