Montaldo in “Tutto quello che vuoi”

11 maggio 2017. Esce oggi al cinema il film di Francesco Bruni Tutto quello che vuoi. Attore protagonista il direttore storico e grande amico di Narni, le vie del cinema Giuliano Montaldo. Il grande regista questa volta veste i panni di un anziano poeta che entra in contatto con un giovane scapestrato, il bravo attore Andrea Carpenzano. Racconta Montaldo: “l’incontro cambierà la vita di entrambi, e attraverso i miei ricordi sugli anni della guerra, andremo a caccia di un tesoro”. – Su Youtube il trailer ufficiale del film.
– Il video-intervista a Francesco Bruni e Giuliano Montaldo.

213058849-c95de360-32da-4247-bc14-509a3e845202

Speciale David di Donatello

Pubblichiamo la bellissima foto di Giuliano Montaldo che consegna il David speciale alla carriera a Roberto Benigni durante la cerimonia ufficiale dell’edizione 2017.
Giuliano Montaldo, già direttore artistico della rassegna, Narni. Le vie del cinema, da febbraio 2016 riveste l’incarico di presidente ad interim di David di Donatello, il premio cinematografico più importante nel nostro Paese. Nell’anno 2007 ha ricevuto lui stesso
il David speciale alla carriera. Tantissimi gli applausi che hanno accompagnato la consegna del premio all’attore toscano. (Clicca sulle foto per ingrandirle).

giulianodavide

Storia d’Italia in 15 film

“Storia d’Italia in 15 film”: pubblicato dalla casa editrice Laterza, è uscito l’ultimo libro di Alberto Crespi. Il direttore artistico di Le vie del cinema, conduttore di Hollywood Party e docente dell’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma, rilegge la storia d’Italia attraverso il cinema, cercando di rispondere all’interrogativo: e se fosse il cinema a raccontare la Grande Storia? Nella parte dedicata ai ringraziamenti, Crespi afferma che molte delle suggestioni presenti nel volume gli sono arrivate anche dalla visione dei film restaurati proiettati durante le ventidue edizioni del festival narnese.
– GLF, “Storia d’Italia in 15 film”, disponibile anche in ebook.

– Recensione sul sito “La Repubblica Spettacoli“.alberto.13.56
alberto-Crespi

 

“Tutti a casa” a Venezia 2016

Il film di Luigi Comencini Tutti a casa (1960): un evento importante nella serata di preapertura della 73 esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il capolavoro del maestro della commedia all’italiana, di cui si celebra quest’anno il centenario della nascita, è stato proiettato in prima mondiale nella versione restaurata. Il restauro digitale del film, a cura di Filmauro e CSCCineteca Nazionale di Roma, è stato possibile con i negativi originali messi a disposizione dalla casa di produzione di Aurelio e Luigi De Laurentiis. Le lavorazioni in digitale sono state eseguite presso il laboratorio Cinecittà Digital Factory di Roma. Il ritorno in pellicola 35 mm è stato realizzato presso il laboratorio Augustus Color di Roma. Il film, che racconta le vicende di un gruppo di soldati italiani sbandati dopo l’8 settembre, è interpretato da attori del calbro di Alberto Sordi, Eduardo De Filippo, Serge Reggiani, Nino Castelnuovo e tanti altri. Soggetto di Age e Scarpelli, ai quali si sono aggiunti per la sceneggiatura Marcello Fondato e lo stesso regista-autore.

Il 5 luglio 2009, in occasione della XV edizione di Narni, le vie del cinema, è stato proiettato il film Tutti a casa di Luigi Comencini, in una copia ristampata dalla Cineteca Nazionale. Nella tradizione che da 22 anni vede consacrata l’area di Narni Scalo al cinema italiano, nel luglio 2009 è stata intitolata una piazza al grande regista, alla presenza dei suoi familiari e dell’attore Nino Castelnuovo.unnamed222

Il manifesto del film fu realizzato dal pittore-cartellonista Enrico De Seta.
De Seta postertutti a casa