Ricordiamo Lucia Bosè

Ricordiamo Lucia Bosè, nata come Lucia Borloni, milanese, in Spagna dal 1955. Una vita dedicata al cinema, attrice amata da registi come Giuseppe De Santis, Luchino Visconti, Michelangelo Antonioni. Ebbe modo di frequentare personalità di rilievo, come Pablo PicassoLuchino ViscontiErnest Hemingway, Orson Welles, Jean cocteau.

Con lei protagonista, nel corso degli anni Le Vie del cinema hanno proiettato i film Le ragazze di Piazza di Spagna di Luciano Emmer, Roma ore 11 e Non c’è pace tra gli ulivi di Giuseppe De Santis.

Libri per i 100 anni di Fellini

cropped-fellini.jpg

Una carrellata di libri da leggere per l’occasione del centenario della nascita di Federico Fellini, nato a Rimini il 20 gennaio 1920.

Testo fondamentale è la biografia di Tullio Kezich Federico Fellini, la vita e i film.
libro kezich

Fare un film è l’altro “classico” della bibliografia felliniana: ci sono i testi di La mia Rimini e altre testimonianze dirette del regista. Importante anche Io, Federico Fellini di Charlotte Chandler, la giornalista che ha seguito Fellini per quattordici anni e Sul cinema di Giovanni Grazzini.
libro fellini

Charlotte fellini

Grazzini

Pubblicati di recente L’Italia secondo Fellini di Goffredo Fofi, e Sotto il segno di Fellini di Paolo Fabbri. Da non dimenticare poi Lo sciamano di famiglia di Valerio Magrelli

tre libri

Tra le ristampe troviamo Carissimo Simenon. Mon cher Fellini, il carteggio tra il regista e lo scrittore francese che fu presidente di giuria a Cannes nel 1960 quando fu assegnata la Palma d’oro a La dolce vita.

simenon

I libri curati da Federico Fellini: recentemente è uscita la nuova edizione di Il libro dei sogni, a cura di Sergio Toffetti, e si può leggere come un romanzo Il viaggio di G. Mastorna, la sceneggiatura del film mai realizzato dal regista.

due libri fellini 2

Esce l’Alberto Sordi di Alberto Anile

cropped-sordipped-donne2.jpg

Cosa ci faceva Alberto Sordi a Milano a sedici anni? Cosa disse a Laurel & Hardy l’unica volta che li incontrò? Cosa fece davvero durante la guerra? Perché con Totò girò solo un film? Come doveva morire Nando Moriconi? Perché Fellini tagliò il suo cameo da Roma? Cosa c’era dietro il grido di Nanni Moretti in Ecce bombo? Che personaggio doveva interpretare nel film su Gladio? E, soprattutto, perché è uno dei nostri più grandi autori di cinema?

sordi

Alberto_Anile

A queste domande cerca di rispondere il libro Alberto Sordi scritto da Alberto Anile, giornalista, critico e storico di cinema, per la Fondazione Centro Sperimentale e le Edizioni Sabinae, una biografia per tappe che è anche la riconsiderazione di un genio, delle sue bugie e delle sue verità. Un volume in larga parte basato sul Fondo personale dell’attore, ricco di documenti inediti e immagini mai viste, un evento editoriale degno dell’ormai prossimo centenario dalla nascita (15 giugno 2020).

Auguri a Giuliano Montaldo!

cropped-auguri-1.jpg

22 febbraio 2020… Auguri a Giuliano Montaldo!
Primo direttore artistico di Narni, le vie del cinema, Giuliano Montaldo ha contribuito con i suoi film al progresso della cultura italiana e alla conservazione della memoria del nostro paese. Molte delle sue opere sono sinonimo di impegno civile e ci mostrano il peso dell’intolleranza attraverso i secoli, mentre il suo cinema di genere getta uno sguardo impietoso sulla società italiana.
Giuliano Montaldo ha fatto di tutto: ha frequentato l’opera lirica e la televisione, ha attraversato la letteratura ed è stato attore, ha diretto rassegne. É stato ed è un grande narratore di storie che ha mostrato un grande affetto ed interesse verso la città e la comunità di Narni. Anche grazie a lui si è concretizzato in Italia l’impegno per il restauro delle opere dell’arte cinematografica e per la loro divulgazione. Grazie a lui Narni, le vie del cinema è diventato un appuntamento importante per la città e per le persone che amano il cinema.

auguri