Non c’è pace tra gli ulivi / 28 luglio

NON C’É PACE TRA GLI ULIVI / GIUSEPPE DE SANTIS
sabato 28 luglio ore 21.00
Presentano i registi Costanza Quatriglio e Daniele Vicari

Restaurato dalla Cineteca Nazionale il film del 1950 con Raf Vallone e Lucia Bosè è un affresco neorealista in cui la lotta del singolo si scontra con una società individualista e ingiusta. Un soldato, di ritorno dal fronte, scopre che un altro pastore si è impossessato del suo gregge arricchendosi grazie all’usura. Forte del detto “chi ruba quello che è suo non è un ladro” cercherà di riappropriarsi delle sue pecore. Arrestato e condannato evaderà per farsi giustizia. Il film è certamente uno dei capolavori del neorealismo.

000non_c_e_pace_tra_gli_ulivi
Il regista Giuseppe De Santis è stato ospite a Narni per la cerimonia di intitolazione di vie e piazze di Narni Scalo ai protagonisti e alle protagoniste del cinema italiano. Di De Santis abbiamo già proiettato “Caccia tragica” nel 1995 e nel 2000 “Riso Amaro” nella versione restaurata. – Sotto Giuseppe De Santis nel 1995 con l’allora sindaco di Narni Luigi Annesi.
de-santis-a-narni-1995

Fra gli interpreti Raf Vallone, giornalista dell’Unità e calciatore professionista del Torino del dopoguerra. Folco Lulli, partigiano della prima ora, scoperto da Alberto Lattuada. Lucia Bosè, da anni residente in Spagna che fu scoperta da Luchino Visconti, mentre lavorava in una pasticceria a Milano.

tre

I 20 Anni del Festival

L’Edizione 2014 di Le vie del cinema è ormai alle spalle, e con essa i dietro le quinte del set di “La ciociara” svelati da Emi De Sica; il rapporto di Marco Pontecorvo con il cinema di Francesco Rosi; l’affettuoso omaggio di Roberto Citran, Valentina Lodovini e Antonio Petrocelli a Carlo Mazzacurati; il Satyricon di Petronio e l’ispirazione di Fellini per il suo film raccontati da Daniele Manacorda e Gianfranco Angelucci. Va in archivio anche la magia notturna dei cartoni di Walt Disney, che ha attratto centinaia e centinaia di bambini e di bambine. Altri eventi hanno contraddistinto l’edizione 2014: il laboratorio fotografico sul ritratto; il ristorante del cinema con i suoi menu a tema legati ai film in proiezione; il fascino delle letture di favole e di sceneggiature effettuate dal gruppo dei lettori ad alta voce di Terni e dalle operatrici di Sistema Museo. Un patrimonio che è anche un serbatoio di idee per la prossima edizione. Un grazie va a tutti coloro che, anche quest’anno, hanno condiviso con noi la passione per il cinema. Arrivederci a luglio 2015. lastXX © 2014 Bonifacio Pontonio. taglio © 2014 Gianmarco Nevi. 

Peter Pan chiude la XX

13 luglio. Le avventure di Peter Pan alle ore 21,30 chiude la XX Edizione di Le Vie del Cinema. Questo classico del 1953 è firmato da Clyde Geronimi, Hamilton Luske, Wilfred Jackson. La copia restaurata ci riporta ai vibranti colori originali.
Attenzione, in caso di pioggia, la proiezione del film di Disney si terrà presso i locali adiacenti al bar del Parco dei Pini alle 21,30. Arrivederci alla XXI edizione.

Seguite le nostre attività per il cinema e i suoi protagonisti più appassionati, sul blog www.leviedelcinema.it e su altri network. Alla prossima edizione.peter

21,00. Brasile 2014 chiude insieme a Le Vie del Cinema. Stasera proietteremo la finalissima fra la Germania e l’Argentina. Facciamo il tifo per il bel calcio e per il “Fair Play”.
arg+germ

Questa sera 13 luglio, alle 20,00 nell’area proiezione per i più piccoli si selezioneranno le migliori fotografie dei bravi fotografi che hanno partecipato al laboratorio fotografico. Con le fotografie scelte si farà una mostra nella XXI edizione di Le vie del Cinema. Le foto a buona risoluzione potrete anche rivederle presto sul blog  www.leviedelcinema.it/ Grazie al direttore artistico di “Le vie del Cinema” Alberto Crespi e al suo amico e ispiratore, Giuliano Montaldo, in foto insieme a Leo, un bambino che da dieci anni fa il compleanno durante le giornate del festival.

© Bonifacio Pontonio.

Fellini & Disney

12 luglio 2014, alle 21,30. Ci sarà Federico Fellini sul grande schermo con Satyricon. Lo presenteranno Gianfranco Angelucci e Daniele Manacorda. Il film è del 1969, direttore di fotografia Giuseppe Rotunno; musiche di Nino Rota. Soggetto e sceneggiatura di Satyricon sono di Federico Fellini e Bernardino Zapponi, liberamente tratto da “Satyricon” di Petronio Arbitro. Altre fonti di ispirazioni non citate nei titoli del film: “L’asino d’oro” di Lucio Apuleio, “Le metamorfosi” di Ovidio, “Satire” di Orazio, “Le vite dei dodici Cesari” di Svetonio. Curiosità: tra le comparse utilizzate nel film c’è anche Renato Fiacchini, in arte Renato Zero e nel ruolo del Minotauro, Luigi Montefiori, che di lì a qualche anno sarà presenza fissa in polizieschi all’italiana e spaghetti-western, con il nome d’arte di George Eastman. Per il ruolo di Trimalcione, Fellini aveva inizialmente pensato a Bud Spencer, che però rifiutò la parte, perché sarebbe dovuto comparire nudo.sati

 

Sempre alle 21,30, serata Disney con La bella e la bestia per i più piccini. Il film è basato sulla fiaba La bella e la bestia di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, e prende alcune idee dall’omonimo film del 1946. Il film è diretto da Gary Trousdale e Kirk Wise e prodotto da Don Hahn. La musica del film è stata composta da Alan Menken e Howard Ashman. Vinse due Premi Oscar, per la migliore colonna sonora e la migliore canzone, Beauty and the Beast, cantata da Céline Dion e Peabo Bryson nel duetto finale.
La bella e la bestia_3