22 Luglio Polvere di stelle

tabellaok

22 LUGLIO 2019 
POLVERE DI STELLE 1973 / ALBERTO SORDI
poster-polvere-di-stelle

Introdurranno il film lo scrittore Paolo Di Paolo e Claudio De Pasqualis, l’interprete del personaggio di Efisio Mulas nella trasmissione di Radio 3 “Hollywood Party”.paolodipaolodepasqualis

Dea (Monica Vitti) e Mimmo (Alberto Sordi), attori e capocomici di una mediocre compagnia d’avanspettacolo, ormai ridotti alla fame, accettano (siamo nel 1943) una tournée in Abruzzo, dove nessuno vuole andare per via della guerra. In seguito, dopo molte disavventure, per puro caso si trovano a Bari, dove, essendo gli “unici” sulla piazza, allestiscono uno spettacolo per le truppe americane che ottiene uno straordinario successo. La gioia dei due si scontra ben presto con la dura realtà.

David di Donatello 1974 a Monica Vitti come migliore attrice protagonista

Il film è stato restaurato a cura della Cineteca Nazionale, e viene proposto nella versione integrale, ricostruita grazie ai materiali conservati nel Fondo Alberto Sordi.

Curiosità dal set: 
Nel film compaiono camei di due noti attori della rivista italiana del periodo: Carlo Dapporto e Wanda Osiris, che interpretano loro stessi.
In un piccolo ruolo, non accreditato (balla il tip-tap in Galleria, e prega Mimmo di prenderlo nella compagnia), si riconosce un giovane Alvaro Vitali.
Il marinaio americano che si innamora di Dea è interpretato da John Phillip Law, reduce dalla popolarità che aveva avuto in Barbarella e Diabolik.

 

Sera per sera la XXV edizione

Dopo il successo del 2018 eccoci pronti al debutto della XXV edizione, con ospiti eccezionali che insieme al direttore artistico Alberto Crespi introdurranno le proiezioni. La rassegna propone su uno schermo gigante una selezione di film di recente recupero, un viaggio nell’Europa di ieri per capire meglio quella di oggi. – Clicca per Ingrandire le immagini.

tabellaokdav_softlocandina-orizzontale2

Dalla prima edizione del 1995, l’obiettivo è stato sempre quello di sensibilizzare il pubblico sull’importanza del restauro cinematografico, e di mantenere in vita il grande patrimonio del cinema italiano. In tutti questi anni la direzione artistica e la struttura organizzativa hanno mantenuto fede a questi impegni, proponendo la visione di 153 opere dell’arte cinematografica, ogni sera a Narni Scalo gratuitamente nel magnifico parco pubblico Bruno Donatelli. Da oggi seguiteci sul sito e sui network. Scaricate il programma ufficiale sera per sera e il poster della XXV.

campagnaxxv

 

A Narni: European History Moving

Dal 14 al 16 novembre si incontreranno a Narni cinque istituti superiori e due università che, sotto il coordinamento e la responsabilità del Comune di Narni, daranno vita al progetto europeo European History Moving. Il progetto è stato finanziato nell’ambito del programma europeo per l’istruzione Erasmus+, la formazione, i giovani e lo sport. 
Questi i paesi partecipanti: Italia, Bulgaria, Francia, Grecia e Spagna. Il progetto prende vita dalla scommessa che, a partire dall’edizione 2017, ha contraddistinto Narni,
le vie del cinema: il recupero della memoria (del nostro cinema, e della nostra storia), tentando di unire le due esperienze, e coinvolgendo, oltre al pubblico del festival, anche istituti superiori e università, di Narni e non solo.

europa

Coniugare cinema e storia, adattare il cinema alla conoscenza e allo studio della storia: è una modalità di insegnamento e di visione a cavallo tra conferenza e spettacolo. È una metodologia, già sperimentata sotto la direzione artistica di Alberto Crespi, che verrà trasferita e condivisa in questo primo incontro tra i partecipanti.

filmhistory101-1

8 luglio: Vogliamo i colonnelli

>>> SABATO 8 LUGLIO 2017
16.00 CINEMA & STORIA DA FEBBRAIO A OTTOBRE.
RIVOLUZIONI IN RUSSIA
21.00 LE AVVENTURE DI PETER PAN WALT DISNEY  
21.30 VOGLIAMO I COLONNELLI MARIO MONICELLI
PRESENTA STEVE DELLA CASA

Il pomeriggio dell’ultimo giorno – sabato 8 luglio – Maria Ferretti, docente all’Università della Tuscia di Viterbo, racconterà la rivoluzione russa nell’incontro dal titolo “Da febbraio a ottobre. Rivoluzioni in Russia”. Durante la serata conclusiva sarà proiettato il film Vogliamo i colonnelli, del 1973, di Mario Monicelli: girato sette anni dopo il golpe dei colonnelli in Grecia, e a brevissima distanza da analoghi tentativi autoritari in Italia (il cosiddetto “golpe Borghese” è del 1970). Una farsa acuta e divertentissima che fotografa le tensioni dei primi anni ’70. Steve Della Casa, voce di “Hollywood Party” e autore del Castoro Cinema su Monicelli, introdurrà il film.

sequenzafilm2

NOTE SUL RESTAURO Vogliamo i colonnelli (1973)

Durata della copia restaurata (DCP): 98′. Il restauro della Cineteca Nazionale si è basato sui negativi originalscena e suono messi a disposizione dalla casa di produzione Dean Film. La scena è stata acquisita digitalmente tramite scanner allrisoluzione di 4K. Il restauro è stato effettuato nel 2015 presso ilaboratorio L’ Immagine Ritrovata” di Bologna e presentato alla 72a Mostra Internazionale dArte Cinematografica di Venezia.
vogliamo-i-colonnelli-1973-mario-monicelli-covdvd
steve