CHI SIAMO

LA VISIONE

La manifestazione Narni, Le Vie del Cinema è nata nel 1995 con l’intitolazione di numerose vie e piazze di Narni Scalo
ai protagonisti e alle protagoniste del cinema italiano del secondo dopoguerra.

Dall’edizione 1998 si è trasformata in Rassegna del film restaurato
con la proiezione di classici riproposti al pubblico nella loro forma migliore.
Lavoriamo così sulla storia e sulla memoria della nostra comunità, e attraverso la partecipazione di personalità della cultura contemporanea, cerchiamo di far dialogare il cinema di ieri con quello di oggi.

L'IDEA

Nel 1996 il Comune di Narni ha lanciato un appello a tutti i comuni italiani perché si assumessero l’onere e l’obbligo morale di salvare da un sicuro degrado le opere dell’arte cinematografica.
Aderendo tra i primi a questa campagna, il Comune di Narni ha contribuito economicamente al restauro di
Ladri di biciclette di Vittorio De Sica, La presa del potere da parte di Luigi XIV di Roberto Rossellini e Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo.
I prodotti della settima arte riportati a nuova luce hanno però bisogno di uscire dai depositi e dai magazzini per essere offerti alla visione del pubblico perché possa ammirarli nella loro bellezza originaria.
Narni fa proprio questo, proponendo ogni anno i film salvati e restituiti alla storia del nostro paese.

LA DIREZIONE ARTISTICA

Da anni la direzione artistica è affidata ad Alberto Crespi, giornalista e critico cinematografico che ha seguito come inviato innumerevoli edizioni del Festival di Cannes, della Mostra del cinema di Venezia e del FilmFest di Berlino.
Dal 1995 è fra i conduttori della storica trasmissione Hollywood Party, in onda ogni giorno su Radiotre Rai. Per la televisione, ha curato e condotto “La valigia dei sogni”, su La7, ed è collaboratore di diverse trasmissioni di cinema per la RAI.
Ha scritto diversi libri sul cinema, tra i quali Dal Polo all’equatoreI film e le avventure di Giuliano Montaldo (Marsilio, 2005), Il Cinema di papà. 
Quarantuno classici restaurati scelti da registi di oggi, edito nel 2012 dal Comune di Narni e dal Centro Sperimentale di Cinematografia, Cara Emi, sono le cinque del mattino…LETTERE DAL SET, di Vittorio De Sica (Editori Laterza, 2014), Storia d’Italia in 15 film (Editori Laterza, 2016).
E’ attualmente direttore di Bianco & Nero, rivista del Centro Sperimentale di Cinematografia e responsabile dell’Area Progetti Editoriali della Cineteca Nazionale.

I VOLONTARI E LE VOLONTARIE

Da anni il lavoro volontario è l’espressione del contributo costruttivo della comunità civile allo sviluppo dell’iniziativa Narni, le vie del cinema. Grazie al lavoro volontario di decine di giovani, e non solo, è stato possibile dare avvio nel 2013 alla sezione del cinema animato restaurato, promuovere e gestire due edizioni del laboratorio fotografico, curare l’allestimento degli spazi, garantire la cura quotidiana di importanti strumenti di informazione e di documentazione. Il loro sostegno e la loro disponibilità, il loro impegno nella diversità dei compiti, danno ogni anno nuova linfa e nuovo slancio alla manifestazione. Con le loro conoscenze, passioni e competenze, la loro sensibilità nel formulare proposte creative, hanno stabilito con Le Vie del Cinema una relazione che esprime affetto e cura. Incontrarsi e lavorare con loro è una ricchezza e un piacere.

VUOI SVOLGERE ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO? Scarica e compila il modulo >> DOWNLOAD.

LE VIE DEL CINEMA A NARNI