Ci vediamo il prossimo anno!

Narni, le vie del cinema ha assunto quest’anno un valore particolare: è stata la testimonianza di una città che è voluta tornare in scena dopo un periodo di chiusura. 

Si è riconfermata come una manifestazione seguita e amata dal pubblico, che ha dimostrato un grande affetto per l’evento, oltre che un particolare apprezzamento per lo sguardo sulla storia che i film hanno offerto durante le cinque serate.

Questa 26ma edizione ha tenuto ancora viva la celebre espressione di Fellini, che intendeva il cinema come “modo di raccontare una storia” e lo ha fatto proponendo i classici del cinema italiano in copie restaurate di altissima qualità. 

Preziosa è stata la collaborazione di volontarie e volontari che ha consentito di realizzare eventi collaterali, coordinare e gestire l’informazione sui diversi canali, realizzare le attività di documentazione, gestire in modo originale lo spazio dedicato alla proiezione dei cartoni animati restaurati. 

Alcune realtà locali hanno contribuito direttamente con risorse economiche e alcuni esercizi commerciali hanno garantito la gestione di un punto ristoro.

Il lavoro continua, per mantenere fede all’impegno di tenere viva la memoria di un’arte, quella cinematografica, che ha fatto dell’Italia un modello per tutte le cinematografie del mondo. 

Al prossimo anno!

Il programma della XXVI edizione

Dalla prima edizione del 1995, l’obiettivo è stato sempre quello di sensibilizzare il pubblico sull’importanza del restauro cinematografico, e di mantenere in vita il grande patrimonio del cinema italiano. In tutti questi anni la direzione artistica e la struttura organizzativa hanno mantenuto fede a questi impegni, proponendo la visione di 159 opere dell’arte cinematografica, ogni sera a Narni Scalo gratuitamente nel magnifico parco pubblico Bruno Donatelli.

Da oggi seguiteci sul sito e sui social network di Narni. Le vie del Cinema: la pagina Facebook, l’account Instagram, il canale YouTube e il profilo Twitter.

Dal 4 all’8 agosto 2020 torna a Narni (TR) la 26ma edizione di Narni. Le vie del Cinema, la Rassegna di cinema restaurato diretta da Giuliano Montaldo e Alberto Crespi e organizzata per iniziativa del Comune di Narni con la collaborazione della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, che ha curato anche il restauro dei film in programma.
Prima della proiezione “Musica da film” insieme al Trio pétillant: alla tromba Fabrizio Antonelli; viola e violino, Eleonora Bisaccioni; al pianoforte, Andrea Francescangeli.
Nell’area Bimbe & Bimbi: attività e laboratori per bambine e bambini a cura di Roberta Rossi (Bobbina).

MARTEDÌ 4 AGOSTO

Schermo Principale: IL MEDICO DELLA MUTUA di Luigi Zampa Italia, 1968, 98’
Un documento antropologico – e quindi storico – che descrive con toni beffardi comportamenti ben poco virtuosi profondamente radicati nella nostra società.

Schermo Bimbe & Bimbi: UN BURATTINO DI NOME PINOCCHIO di Giuliano Cenci Italia, 1971, 93′


MERCOLEDÌ 5 AGOSTO

Schermo Principale: IL MESTIERE DELLE ARMI di Ermanno Olmi IItalia/Francia/Germania, 2001, 109’
Un film che ricostruisce gli ultimi giorni di vita di Giovanni dalle Bande Nere.

Schermo Bimbe & Bimbi: ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE di Clyde Geronimi, Hamilton Luske e Wilfred Jackson USA, 1951, 75′


GIOVEDÌ 6 AGOSTO

Schermo Principale: SETTE UOMINI D’ORO di Marco Vicario Italia/Francia/Spagna, 1965, 90’
Film-documento sull’Italia degli anni ’60 e sul boom economico, un “giallo-rosa” su una rapina super-tecnologica in stile “Ocean’s 11”.

Schermo Bimbe & Bimbi: OPOPOMOZ di Enzo D’Alò Italia, 2003, 76′


VENERDÌ 7 AGOSTO

Schermo Principale: TIRO AL PICCIONE di Giuliano Montaldo Italia, 1961, b/n, 114’
Film d’esordio di Giuliano Montaldo, venne massacrato dalla critica perché toccava un argomento allora tabù (la Repubblica di Salò) e che, riproposto alla Mostra di Venezia nel 2019, è stato invece applaudito e apprezzato.

Schermo Bimbe & Bimbi: LE AVVENTURE DI TOFFFSY E L’ERBA MUSICALE di Pierluigi De Mas, Gian Andrea Garola Italia, 1974, episodi


SABATO 8 AGOSTO

Schermo Principale: E LA NAVE VA di Federico Fellini Italia/Francia, 1983, 132’
Il racconto dello scoppio della Prima Guerra Mondiale raccontato da Fellini attraverso un apologo poetico, onirico ma – come sempre – anche politico.

Schermo Bimbe & Bimbi: MARY POPPINS di Robert Stevenson USA, 1964, 138′