24 luglio Il portiere di notte

24 LUGLIO 2019 IL PORTIERE DI NOTTE 1972 / LILIANA CAVANIthe-night-porter-il-portiere-di-notte-vintage-movie-poster-original-italian-4-foglio-55x78-6510

Presenterà il film la scrittrice Valeria Viganò

Lucia Altherton, sposata ad un musicista americano ed ex deportata ebrea, giunge nel 1957 in un albergo viennese, dove svolge mansioni di portiere di notte Max Altdorfer, suo aguzzino nei campi di sterminio. L’incontro scatena nella prima tragici ricordi, nel secondo ossessioni mai sopite. Sapendo che la donna è una teste per lui pericolosa, Max si licenzia e si barrica con lei nel suo appartamento.
Il restauro è stato realizzato in collaborazione dal Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale e dall’Istituto Luce-Cinecittà.

Curiosità dal set:
La regista Liliana Cavani ha realizzato il film dopo aver girato per la RAI diversi documentari sulle vittime dei lager. Sceneggiato con Italo Moscati, e con le musiche dal Flauto magico di W. A. Mozart.

I restauri a Venezia 75

VENEZIA PER I CLASSICI RESTAURATI

“Venezia Classici” è la sezione che dal 2012 presenta alla Mostra del cinema, in anteprima mondiale con crescente successo, una selezione dei migliori restauri di film classici realizzati nel corso dell’ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo.

poster75

ALCUNI DEI CAPOLAVORI DI VENEZIA 75

Tra i diversi capolavori restaurati saranno presentati: La notte di San Lorenzo (1982) di Paolo e Vittorio Taviani, Il posto (1961) di Ermanno Olmi, Il portiere di notte (1974) di Liliana Cavani.

sanlorenzook
il-posto-locandina-low
the-night-porter-il-portiere-di-notte-vintage-movie-poster-original-italian-4-foglio-55x78-6510

A NARNI SI PROMUOVE LA CULTURA DEL RESTAURO DA 24 ANNI

La proiezione di film restaurati è ormai diventata una “necessità” di tutti i maggiori festival di cinema, in Italia e non solo. “Narni, le vie del cinema” è la manifestazione che, tra le prime, è interamente dedicata alla presentazione al grande pubblico dei capolavori dell’arte cinematografica sottratti al degrado.