Un grande amore di Giuliano Montaldo

Pubblicato dalla casa editrice La nave di Teseo, è uscito il libro Un grande amore del direttore artistico storico di Le vie del cinema Giuliano Montaldo. E’ la storia di un grande amore e di una lunga e feconda collaborazione artistica tra il regista e sua moglie Vera Pescarolo.

“Sono passati sessant’anni ma il mio esordio nella regia non smette di essere un ricordo amaro. Il pubblico in sala accolse la pellicola con applausi calorosi e convinti, ma il giorno dopo venne massacrata dalla critica. Nonostante la solidarietà di tanti amici, quelle critiche ingiuste e feroci mi ferirono in profondità e stavo meditando di lasciare per sempre quel lavoro e quel mondo. Avevo trentuno anni ed era tutto chiaro: il cinema non faceva per me.

Ma a un passo dalla decisione di tornare a casa con le ossa rotte, il colpo di scena. Leo Pescarolo, il produttore cinematografico, vuole incontrarmi nel suo ufficio per discutere una proposta di lavoro. Sono davanti alla porta dello studio di Pescarolo. Dalla stanza accanto si sente una voce maschile: ‘Avanti, si accomodi’. Ma l’immagine che ho davanti agli occhi mi impietrisce. Una creatura splendida, il portamento elegante, lo sguardo intenso. Una giovane donna che sorride. Sorride a me. Avanzo incerto, senza riuscire a staccare gli occhi da quella meraviglia. Il produttore si accorge che continuo a guardare quella deliziosa visione. ‘Si sieda e guardi me’, mi ordina mentre lancia uno sguardo severo a lei, che si sta avvicinando lentamente alla scrivania. Poi, finalmente, cambia tono: ‘Vorrei offrirle un lavoro per la Rai e un gruppo americano’. Dimenticare quel giorno che mi avrebbe cambiato la vita è impossibile. Una proposta di lavoro e un colpo al cuore.

50 anni di “Il gatto a nove code”

Dopo L’uccello dalle piume di cristallo e prima di Quattro mosche di velluto grigio, Il gatto a nove code compone la cosiddetta “trilogia degli animali” che apre la carriera di Dario Argento, maestro indiscusso del thriller e dell’horror non solo a livello italiano, ma riconosciuto in tutto il mondo.

Il film è uscito nelle sale nel 1971 e la versione restaurata è stata proiettata durante l’edizione 2007 di Le vie del cinema, alla presenza del regista.

Miracolo a Milano ha 70 anni

Il film di Vittorio De Sica, simbolo del neorealismo italiano, è uscito nelle sale nel 1951.

E’ nato dall’ azzardo del regista di raccontare l’Italia della ricostruzione in tutta la sua durezza, attraverso un filtro allegro e spensierato. De Sica realizza la trasposizione sul grande schermo del romanzo per ragazzi di Cesare Zavattini, Totò il buono, pubblicato nel 1943.


Miracolo a Milano è stato proiettato a Le vie del cinema durante la prima edizione nel 1995, in una versione non ancora restaurata. In quell’anno fu intitolata al grande regista una piazza di Narni Scalo.

La locandina della prima edizione del 1995

LEONI AL SOLE compie 60 anni

60 anni fa Franca Valeri è attrice protagonista di Leoni al sole di Vittorio Caprioli, film da sempre considerato la risposta napoletana ai Vitelloni di Fellini, ed è uno degli esordi più originali e dimenticati dei primi anni ’60.


Liberamente tratto dal romanzo Ferito a morte di Raffaele La Capria, che è anche
sceneggiatore, il film racconta l’estate pigra e ben poco avventurosa di alcuni giovanotti napoletani in vacanza a Positano.


Nel 2008 Le vie del cinema hanno proiettato la versione restaurata del film alla presenza dell’attrice.