Cinema e… teatro

La parola ad Amedeo Carlo Capitanelli, formatore e performer della compagnia Occhisulmondo, che ci parlerà del legame tra Cinema e Teatro.

Quali sono i 3 film che, secondo te, rappresentano al meglio il rapporto tra cinema e Teatro?

Le risposte che darò sono puramente soggettive e discutibili, dato che rispecchiano il mio gusto e la mia visione personale di teatro.

8 e ½, Federico Fellini, 1963

Dogville, Lars Von Trier, 2003 

The Tree of Life, Terrence Malick, 2011

Perché questi film sono i più rappresentativi del mondo del teatro? Cosa li rende speciali rispetto ad altri film che rappresentano lo stesso argomento?

In questi film che porto ad esempio non è tanto la tematica in sé, ma il linguaggio simbolico, i non-luoghi rievocati e la potenza del messaggio che trascende il naturalismo, accedendo ad un realismo che pone la coscienza di chi vede di fronte ad un interrogativo e ad un’indagine.

Altro da aggiungere sul/sui film scelti?

Pensando a 8 e ½ di Fellini, vorrei aggiungere che probabilmente questo che per me è il suo capolavoro più grande, è nato da un confronto e da un’analisi della sua Psiche, grazie allo psicoanalista Junghiano Ernst Bernhard.

Salutiamo Giuseppe Rotunno

E’ morto a 97 anni uno dei più importanti e premiati direttori della fotografia del cinema italiano e internazionale, Giuseppe Rotunno, detto Peppino.

Grande collaboratore di moltissimi registi, due in particolare sono: Fellini, per i film Casanova, Satyricon, Amarcord, E la nave va; Visconti per Le notti bianche, Rocco e i suoi fratelli, Il gattopardo, Lo straniero.

Giuseppe Rotunno sul set con Federico Fellini

Era stato candidato all’Oscar nel 1980 per All that jazz di Bob Fosse.
Tra i tanti premi vinti, anche sette Nastri d’argento, due David di Donatello più quello speciale del Cinquantenario.

All That Jazz di Bob Fosse, con la fotografia di Giuseppe Rotunno

Cinema e… storia dell’arte

Roberta Pagliai, direttrice del Museo Eroli di Narni, parla con noi della STORIA DELL’ARTE nel cinema. 

Quali sono 3 film che, secondo te, rappresentano al meglio il rapporto tra cinema e STORIA DELL’ARTE?

La dolce vita, Federico Fellini, 1960

Gomorra, Matteo Garrone, 2008

Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità, Julian Schnabel, 2019

Perché questi film sono i più rappresentativi della STORIA DELL’ARTE? Cosa li rende speciali rispetto ad altri film con la stessa tematica?

Ne La dolce vita l’arte è vissuta nel quotidiano: non è un confronto forzato ma una condivisione di spazi, luoghi e scorci che migliorano il livello e la qualità della vita

Il secondo, Gomorra, si pone all’opposto ed è legato all’arte nel senso della non-arte. Il film esprime la non arte, la vita quotidiana senza la bellezza. 

Il film su Van Gogh è, invece, un esempio di come il cinema possa aiutare a comprendere l’arte e, attraverso la narrazione della vita di uno dei più noti artisti, comprendere le passioni che sono dietro le opere d’arte.

Altro da aggiungere sui film scelti? 

Ognuno di questi film è una forma d’arte esso stesso.

Libri per i 100 anni di Fellini

cropped-fellini.jpg

Una carrellata di libri da leggere per l’occasione del centenario della nascita di Federico Fellini, nato a Rimini il 20 gennaio 1920.

Testo fondamentale è la biografia di Tullio Kezich Federico Fellini, la vita e i film.
libro kezich

Fare un film è l’altro “classico” della bibliografia felliniana: ci sono i testi di La mia Rimini e altre testimonianze dirette del regista. Importante anche Io, Federico Fellini di Charlotte Chandler, la giornalista che ha seguito Fellini per quattordici anni e Sul cinema di Giovanni Grazzini.
libro fellini

Charlotte fellini

Grazzini

Pubblicati di recente L’Italia secondo Fellini di Goffredo Fofi, e Sotto il segno di Fellini di Paolo Fabbri. Da non dimenticare poi Lo sciamano di famiglia di Valerio Magrelli

tre libri

Tra le ristampe troviamo Carissimo Simenon. Mon cher Fellini, il carteggio tra il regista e lo scrittore francese che fu presidente di giuria a Cannes nel 1960 quando fu assegnata la Palma d’oro a La dolce vita.

simenon

I libri curati da Federico Fellini: recentemente è uscita la nuova edizione di Il libro dei sogni, a cura di Sergio Toffetti, e si può leggere come un romanzo Il viaggio di G. Mastorna, la sceneggiatura del film mai realizzato dal regista.

due libri fellini 2