L’appuntamento della XXIII edizione

Si svolgerà da lunedì  3 a sabato 8 luglio, la rassegna di Narni dedicata al cinema restaurato. Filo conduttore dell’edizione 2017 sarà il rapporto tra cinema e storia. “Un tema su cui si sta lavorando per realizzare una settimana ricca di novità e articolata in diversi incontri,  dove il cinema d’autore diventa protagonista per raccontare le vicende storiche più determinanti  degli ultimi 100 anni della nostra vita”, a renderlo noto è il Comune di Narni , che rinnova anche per l’edizione 2017 l’invito a collaborare alla realizzazione della rassegna attraverso il lavoro volontario, o semplicemente versando un piccolo contributo. Per saperne di più si può contattare la segreteria organizzativa al numero 0744 747282, oppure scrivere leviedelcinema@comune.narni.tr.it.
Non mancherà anche quest’anno la rassegna di cinema animato restaurato: sei cartoni selezionati dalla ricca produzione di Walt Disney. – Sotto il manifesto realizzato per essere affisso durante la “Corsa all’anello” di Narni dal 24 aprile al 14 maggio 2017.

posteranelliweb222

 

 

Monte Inferno al cinema di Narni

Monte Inferno, il documentario di Patrizia Santangeli sarà al cinema Monicelli di Narni lunedì 10 aprile alle 21,00. La regista collabora da anni con la rassegna Narni. Le vie del cinema per la quale ha realizzato la sigla e da ultimo la video intervista a Giuliano Montaldo. “Sono felice di presentare il mio lavoro a Narni –  ha dichiarato Patrizia Santangeli – so bene come questa città ami e stimi il cinema di qualità e come da anni contribuisca a mantenerne viva la memoria”. Il suo documentario è il racconto di un luogo del centro dell’Italia, segnato dalla presenza di una discarica.Un cumulo di spazzatura che da decenni custodisce anche rifiuti tossici scaricati di nascosto, di notte. Qui s’intrecciano la vita della famiglia Giorgi e di alcuni abitanti della zona, tra solitudine, ineluttabilità di un danno e la voglia di bellezza che ancora rivedono nel posto in cui vivono. Tra le vicende che hanno segnato Monte Inferno, anche quella di Don Cesare Boschin, parroco del luogo, ucciso per aver denunciato il traffico di rifiuti tossici smaltiti illegalmente dalla camorra e ad oggi non è stato trovato il colpevole dell’omicidio. Monte Inferno è un film di denuncia ma è soprattutto una riflessione sulla solitudine di chi vive ai margini della montagna di spazzatura e sulla speranza che solo l’umanità e la natura sanno dare. Patrizia Santangeli sarà presente alla proiezione del suo documentario per incontrare il pubblico di Narni. Per saperne di più sul documentario www.monteinferno.it e per vedere il trailer www.vimeo.com/189319426

Poster A3

schermatanarni

 

 

Tutti i numeri della XXII edizione

3.000 i partecipanti alle proiezioni dei grandi classici restaurati, 1.000 le bambine e i bambini che hanno assistito alle proiezioni dei film di Walt Disney, 12 i film i proiettati (due ogni sera), 6 ospiti eccezionali tra registi, esperti di cinema e produttori che insieme al direttore artistico Alberto Crespi hanno introdotto le proiezioni, 56 i media che hanno parlato della rassegna: questi in sintesi i numeri dell’edizione 2016 di “Narni. Le vie del cinema”.

Numeri rilevanti per una rassegna che si dedica da ben 22 anni, per sei giornate consecutive. esclusivamente alla proiezione di pellicole italiane restaurate. Inaugurata nel 1995, la rassegna si è posta come obiettivo di sensibilizzare il grande pubblico sull’importanza del restauro cinematografico, e per mantenere in vita il grande patrimonio del cinema italiano. In tutti questi anni la direzione artistica e gli organizzatori hanno sempre mantenuto fede a questi impegni attraverso un’attenta selezione delle 141 opere proiettate, anche grazie al coinvolgimento di esperti di cinema e di restauro cinematografico.sequenzafilm

Nel tempo l’iniziativa è cresciuta: accanto alla sezione principale è sorta la sessione dedicata alle proiezioni per i più piccini dei classici restaurati di Walt Disney, e moltissime sono le iniziative collaterali che accompagnano le proiezioni. Anche per la XXII edizione decine di volontarie e volontari hanno consentito di ideare, organizzare e coordinare gli allestimenti, realizzare eventi collaterali, gestire l’informazione, mentre tante realtà locali hanno contribuito con risorse economiche, oppure offrendo beni e servizi. L’impegno continua. Si è già al lavoro per il prossimo anno, perché prendersi cura del destino del cinema, oltre ad essere un valore, è un impegno che va continuamente sostenuto con idee e risorse. Un impegno da cui nessuno e nessuna si deve sentire escluso!

Arrivederci a “Le Vie del cinema”

Si è conclusa sabato 16 luglio la XXII edizione. Anche quest’anno la rassegna, promossa dal Comune di Narni, ha offerto  un programma esclusivo ispirato soprattutto a ricorrenze e compleanni.  Sono state proiettate sul grande schermo di “Le vie del cinema” pellicole restaurate di Dino Risi, Mario Monicelli, Ettore Scola, e l’inedito “E questo di lunedì mattina” di Luigi Comencini. Come film internazionale restaurato è stato presentato “La città incantata” di Hayao Miyazaki. Come ospiti, insieme al direttore artistico Alberto Crespi, che hanno introdotto sera dopo sera le proiezioni, sono intervenuti Giuliano Montaldo, Alessandro BoschiGiulio Ferroni, Franco Longobardi, Andrea Occhipinti, Marco Risi. Lo schermo per i  più piccini  ha regalato grandi emozioni alle bambine e ai bambini  con alcuni classici prodotti dalla Walt Disney. Nell’allestimento del Parco dei Pini, curato dall’arch. Cecilia Battistini e dell’arch. paesaggista Eleonora Tomassini, si sono svolte durante la rassegna tante iniziative: da quelle dedicate ai più piccini di Sistema Museo, a Ciak! Al ristorante  – Il Cinema si mangia anche a Cena nel ristorante  gestito dall’Associazione dei Commercianti di Narni Scalo, alle letture a tema del Gruppo lettori ad alta voce di Terni e alla mostra di manifesti e fotografie di Bonifacio Pontonio. Molti gli sponsor (Link) che hanno sostenuto la manifestazione.  Fondamentale soprattutto  è stato  l’impegno  delle volontarie e dei volontari che con grande passione  hanno contribuito  all’organizzazione e alla gestione della rassegna.  A loro uno speciale e caloroso ringraziamento.

zombie

Ma prendersi cura del destino del cinema è un valore ed un impegno che possono essere sostenuti da tutti anche attraverso  una semplice donazione  sul conto corrente bancario intestato a Comune di Narni Servizio Tesoreria presso Casse di Risparmio dell’Umbria Filiale di Narni, IBAN IT 40 G 06315 72711 000080000325 Causale: Sostieni il cinema; oppure sul conto corrente postale 10253052 intestato alla Tesoreria Comunale di Narni. Causale: Sostieni il cinema.