Al lavoro per la XXIV Edizione

Si sta lavorando per realizzare anche nel 2018 “Le Vie del cinema”, l’appuntamento annuale con i film restaurati promosso e organizzato dal Comune di Narni, e che vede il coinvolgimento di appassionati e appassionate di cinema e di diverse realtà locali.

La manifestazione Le Vie del Cinema nasce nel 1995 dopo la richiesta di un cittadino narnese per intitolare le vie e le piazze di Narni Scalo ai grandi protagonisti del cinema italiano. Il sindaco di allora, Luigi Annesi decide di rispondere a questa richiesta, e allo stesso tempo di salvare dal degrado due storiche pellicole: ”La presa del potere da parte di Luigi XIV” di Roberto Rossellini e ”Ladri di Biciclette” di Vittorio De Sica. Nel 2005 poi il Comune di Narni ha cofinanziato il restauro di “Sacco e Vanzetti” di Giuliano Montaldo.

la-presa-del-potere-da-parte-di-luigi-xiv

ladridibiciclette

saccoevanz

Da allora, è stata creata una rassegna interamente dedicata al cinema italiano restaurato, che ha permesso alla collettività di godere di un patrimonio culturale prezioso e unico al mondo. Grandi artisti del mondo del cinema, come Ettore Scola, Mario Monicelli, Gigi Proietti, Vincenzo Cerami, Florestano Vancini, Carlo Lizzani, Giovanna Ralli, Francesco Rosi, Luigi Magni, Ferza Ozpetek, Gianni Di Gregorio, Ascanio Celestini, Sergio Rubini, Maurizio Ponzi, Marco e Claudio Risi, Francesca e Cristina Comencini, Gianni Amelio, Giuseppe De Santis, Carlo Verdone, Dario Argento, Nanni Moretti, Stefano Sollima, Ettore Scola, Gigi Proietti, Francesco Rosi, Rocco Papaleo, Tullio kezich Andrea Occhipinti, tanti e tante altre hanno preso parte alla manifestazione diretta dal regista Giuliano Montaldo e successivamente dal critico e storico cinematografico Alberto Crespi.

Dal 2013 lo schermo principale è affiancato da un schermo di dimensioni minori per la proiezione dei film restaurati della ricca collezione Disney, e dall’edizione 2017 Le Vie del Cinema ha ampliato la sua offerta proponendo seminari ed attività pomeridiane per giovani, studenti e appassionati sul tema “Cinema e storia”.

Per mantenere vivo questo faro di cultura e di conoscenza, Le Vie del Cinema ha ora bisogno del supporto di tutti. Il cinema è parte fondamentale del patrimonio storico e culturale non solo nazionale, veicolo di messaggi e insegnamenti utili per la collettività.

Se si vuole contribuire a mantenere viva la memoria del cinema italiano, si può effettuare una donazione sul conto corrente bancario intestato a Comune di Narni Servizio Tesoreria presso Cassa di Risparmio dell’Umbria Filiale di Narni, IBAN IT 40 G 06315 72711 000080000325 – Causale: Sostieni il cinema. Oppure sul conto corrente postale 10253052 intestato alla Tesoreria Comunale di Narni. Causale: Sostieni il cinema.

Ci lascia Francesco Rosi

Ci lascia Francesco Rosi, amico di Narni e “Le vie del Cinema”. Nel 2014 abbiamo proiettato il suo capolavoro giovanile “Mani sulla città”. Il regista napoletano aveva 92 anni. Fra i più importanti autori italiani, raccontò i mutamenti della nostra società con uno suo stile unico e minimalista, per un cinema d’inchiesta. Cominciò giovanissimo con Luchino Visconti sin dal 1948,  in “La terra trema”.

1336651142-rosi

Rosi è morto a Roma, dove si era trasferito diversi anni fa dopo aver trascorso la giovinezza a Napoli. Intenso fu il suo rapporto artistico con il grande attore Gian Maria Volonté. Dopo oltre 60 anni di cinema di alta qualità il 12 maggio 2012, la Biennale di Venezia gli consegna per mano dell’amico Giuseppe Tornatore il Leone d’Oro alla carriera. Sarà l’ultimo grande italiano a vincere la statuetta. Seguono le immagini dei manifesti e dei personaggi che hanno caratterizzato il suo cinema.

I 20 Anni del Festival

L’Edizione 2014 di Le vie del cinema è ormai alle spalle, e con essa i dietro le quinte del set di “La ciociara” svelati da Emi De Sica; il rapporto di Marco Pontecorvo con il cinema di Francesco Rosi; l’affettuoso omaggio di Roberto Citran, Valentina Lodovini e Antonio Petrocelli a Carlo Mazzacurati; il Satyricon di Petronio e l’ispirazione di Fellini per il suo film raccontati da Daniele Manacorda e Gianfranco Angelucci. Va in archivio anche la magia notturna dei cartoni di Walt Disney, che ha attratto centinaia e centinaia di bambini e di bambine. Altri eventi hanno contraddistinto l’edizione 2014: il laboratorio fotografico sul ritratto; il ristorante del cinema con i suoi menu a tema legati ai film in proiezione; il fascino delle letture di favole e di sceneggiature effettuate dal gruppo dei lettori ad alta voce di Terni e dalle operatrici di Sistema Museo. Un patrimonio che è anche un serbatoio di idee per la prossima edizione. Un grazie va a tutti coloro che, anche quest’anno, hanno condiviso con noi la passione per il cinema. Arrivederci a luglio 2015. lastXX © 2014 Bonifacio Pontonio. taglio © 2014 Gianmarco Nevi.