Montaldo alla Festa del Cinema di Roma

Il programma della dodicesima Festa del Cinema di Roma (26 ottobre/5 novembre 2017), propone al pubblico quattro film, in versione restaurata, che hanno fatto la storia del nostro cinema: dallo straordinario connubio tra ricostruzione storica e narrazione operato da Giuliano Montaldo in Sacco e Vanzetti alle nevrosi dell’uomo borghese e tecnologico espresse da Marco Ferreri in Dillinger è morto; dall’inarrivabile comicità verbale e fisica di Totò in Miseria e nobiltà di Mario Mattoli all’irresistibile mix di umorismo e malinconia di Carlo Verdone in Borotalco. – Giuliano Montaldo insieme a sua moglie Vera Pescarolo.
giuliano-montaldo-and-vera-pescarolo-spl1265847_009-1150x748

Il film di Giuliano Montaldo, storico direttore artistico di Le vie del cinema, è stato restaurato grazie al contributo del Comune di Narni.Sacco e Vanzetti” è uno dei pochi film italiani che narra la storia personale di due emigrati italiani, martiri della giustizia, in un paese lontano e diverso. E per questo la loro storia diventa storia universale. – Riccardo Cucciolla e Gian Maria Volontè nelle vesti di Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti.
segue una foto originale dei due emigranti italiani durante il processo e disegnati nel 1958 da Ben Shan, “Passion of Sacco and Vanzetti. 
sacco-e-vanzetti2
sacco-e-vanzetti

ben-shahn-passion-of-sacco-and-vanzetti-1958

 

6 luglio: Cronache di poveri amanti

infografica2017
>>>>
 GIOVEDI 6
 LUGLIO 2017
16.00 CINEMA & STORIA ABBIAMO VISTO LA MADONNA. FATIMA E ALTRO
21.00 POMI D’OTTONE E MANICI DI SCOPA WALT DISNEY  

21.30 CRONACHE DI POVERI AMANTI CARLO LIZZANI
PRESENTA GIULIANO MONTALDO

“Abbiamo visto la Madonna. Fatima e altro” è il titolo dell’incontro pomeridiano del 6 luglio, in cui Andrea Nicolotti, docente di Storia del cristianesimo all’Università di Torino, analizza il rapporto fra storia, religione e misticismo, partendo dalle famose “apparizioni” della Madonna di Fatima iniziate nel maggio del 1917. La sera sarà proiettato il film Cronache di poveri amanti, del 1954, di Carlo Lizzani: dal famoso romanzo di Vasco Pratolini, un’immersione nella Firenze proletaria degli anni ’20 segnata dall’inizio e dall’ascesa del fascismo. Con un giovanissimo Giuliano Montaldo in veste di attore, che ricorderà questa sua avventura giovanile al pubblico che da anni lo conosce e lo apprezza come direttore di “Narni. Le vie del cinema”.
lizmont

NOTE SUL RESTAURO Cronache di poveri amanti (1954)
Durata della copia restaurata: 108′. Il restauro è stato realizzato dalla Cineteca Nazionale nel 2010, partendo dal negativo originale e da un controtipo depoca. Le lavo razionsono state eseguite presso il laboratorio Studio C in e di Romae il film restaurato è stato presentato alla 46a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro.
17166

– Giuliano Montaldo durante le riprese di “Tutto quello che vuoi”, del 2017 il film girato come attore protagonista, con il regista Francesco Bruno.
120212661-e46e2f7d-cfd1-4adf-9323-a1e814c2bd3b

Vasco Pratolini autore di Cronache di poveri amanti (Firenze1913 – Roma 1991)
pratolini

Venerdi 23 si presenta il programma

Venerdì 23 giugno 2017 ore 12,00 presso la sala consiliare del Palazzo Comunale di Narni si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della XXIII edizione di “Narni, le vie del cinema – Rassegna del film restaurato”. Presentano il programma con tutti gli eventi collaterali il sindaco di Narni Francesco De Rebotti,  Giuliano Montaldo e Alberto Crespi, storici e appassionati direttori artistici della manifestazione.

 – Alleghiamo l’invito.

conferenzaxxiii

Support Le Vie Del Cinema Festival!

Mentre fervono i preparativi per la messa a punto del programma,  è on line una raccolta fondi promossa da alcuni giovani volontari per sostenere la rassegna  di Narni, giunta quest’anno alla 23 edizione.  Un grande appello dove spicca la testimonianza di Giuliano Montaldo, che racconta la storia e i valori che l’iniziativa preserva da anni. Insieme a lui ricorda alcuni dei momenti  del passato il designer Bonifacio Pontonio  da sempre anima creativa dell’immagine della rassegna. E poi ci sono loro: Susanna e Veronica , Andrea ed  Edoardo  i giovani volontari che sono scesi  in campo accanto agli organizzatori del comune di Narni  perché vogliono continuare a crescere insieme  alle serate di luglio al Parco dei Pini. Un invito a cui non ci si può sottrarre perché come sostiene Montaldo: “È importante mantenere vivo questo faro della cultura”!

Per donazioni: IBAN IT28 N030 6972 7110 0000 625 su Conto Corrente Ordinario Intestato a “Comune di Narni Servizio Tesoreria presso Banca Intesa San Paolo di Narni. ContoCorrente Postale 10253052  intestato alla Tesoreria Comunale di Narni, causale: Sostieni il cinema. http://www.leviedelcinema.it/partner/