Cinema e… teatro

La parola ad Amedeo Carlo Capitanelli, formatore e performer della compagnia Occhisulmondo, che ci parlerà del legame tra Cinema e Teatro.

Quali sono i 3 film che, secondo te, rappresentano al meglio il rapporto tra cinema e Teatro?

Le risposte che darò sono puramente soggettive e discutibili, dato che rispecchiano il mio gusto e la mia visione personale di teatro.

8 e ½, Federico Fellini, 1963

Dogville, Lars Von Trier, 2003 

The Tree of Life, Terrence Malick, 2011

Perché questi film sono i più rappresentativi del mondo del teatro? Cosa li rende speciali rispetto ad altri film che rappresentano lo stesso argomento?

In questi film che porto ad esempio non è tanto la tematica in sé, ma il linguaggio simbolico, i non-luoghi rievocati e la potenza del messaggio che trascende il naturalismo, accedendo ad un realismo che pone la coscienza di chi vede di fronte ad un interrogativo e ad un’indagine.

Altro da aggiungere sul/sui film scelti?

Pensando a 8 e ½ di Fellini, vorrei aggiungere che probabilmente questo che per me è il suo capolavoro più grande, è nato da un confronto e da un’analisi della sua Psiche, grazie allo psicoanalista Junghiano Ernst Bernhard.

La scomparsa di Gigi Proietti

Addio a Gigi Proietti, scomparso nel giorno del suo ottantesimo compleanno (Roma, 2 novembre 1940 – Roma, 2 novembre 2020).

E’ stato ospite di Narni. Le vie del cinema nel 2008, edizione in cui sono state proposte in seconda serata alcune proiezioni notturne, dedicate a veri e propri gioielli del cinema di genere restaurati per il mercato home-video.  

Per l’occasione il grande mattatore della scena italiana ha presentato il film “Casotto” di Sergio Citti, in cui è attore protagonista.