Cinema & Storia in Europa

Progetto Europeo “CINEMA&STORIA” secondo appuntamento a Narni.
La città si rende di nuovo protagonista del cinema promuovendolo come strumento d’insegnamento della Storia.
european
Dal 18 al 22 novembre si svolgerà a Narni
un incontro che interesserà gli studenti e le studentesse delle scuole superiori di cinque Paesi diversi (Bulgaria, Francia, Grecia, Italia e Spagna). L’incontro è parte del progetto European History Moving, finanziato nell’ambito del programma per l’istruzione “Erasmus+”, e il cui scopo è promuovere e rafforzare l’identità europea attraverso il cinema. Nei cinque giorni narnesi, le studentesse e gli studenti saranno impegnati in attività di laboratorio, preparatorie alla realizzazione di video sui temi affrontati.
european-234

 

Carlo Croccolo a Le vie del cinema

Carlo Croccolo è stato protagonista nell’edizione 2005 di un evento “speciale”: per il film Totò e Carolina di Mario Monicelli, ha doppiato Totò dal vivo per le parti un tempo censurate e che mancano ad oggi dell’audio originale. Il film, restaurato tra il 1999 e il 2003, è uno dei classici della commedia italiana degli anni Cinquanta, e il suo interesse particolare risiede nel fatto che all’epoca della sua prima uscita, subì numerosi e drastici interventi di censura, soprattutto nei dialoghi.

A Narni è stato possibile vedere e soprattutto ascoltare, proprio grazie al doppiaggio dal vivo di Carlo Croccolo, le scene tagliate del film.

7dde5451d7561223dacdd5641bf56587

bellezza

Montaldo a Venezia con Tiro al piccione

Alla 76.ma edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia (28 agosto – 7 settembre) verrà proiettata in anteprima mondiale la versione restaurata del film “Tiro al piccione” di Giuliano Montaldo, film d’esordio del regista
e co-direttore di “Narni, le vie del cinema”. Il film fu presentato sempre a Venezia nel 1961 e poco considerato da molta critica “ufficiale”. A 16 anni dalla fine della guerra gli spettatori, invece, lo apprezzarono per il  coraggio e l’anticonformista…
– Poster ufficiale Venezia 2019, a firma dello studio Mues Design di Londra.

“TIRO AL PICCIONE” È STATO RESTAURATO DA CSC CINETECA NAZIONALE
Il restauro digitale 4K del film Tiro al piccione è stato realizzato a cura di CSC-Cineteca Nazionale, a partire dai materiali conservati negli archivi della Cineteca Nazionale (lavanda, positivo colonna e due positivi) e dai negativi conservati presso Istituto Luce-Cinecittà.
Una giuria di studenti appassionati di cinema, presieduta dalla regista e sceneggiatrice Costanza Quatriglio, assegnerà il premio per il miglior film restaurato della sezione Premio Venezia Classici. Il Premio presenterà una selezione dei migliori restauri di film classici realizzati nell’ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo. – Segue una galleria di Immagini del film di Giuliano Montaldo:

costanza-quatriglio tiro-al-piccione

 

L’impegno continua. Al lavoro per il 2020

“Narni, le vie del cinema” si è riconfermato un evento seguito e amato dal pubblico, che ha dimostrato anche quest’anno un grande affetto per la rassegna oltre che un particolare apprezzamento per lo sguardo sulla storia che i film hanno offerto durante le sei serate. Siamo contenti per la XXV edizione che ha visto oltre 6000 persone appassionate di cinema. Numeri rilevanti per una rassegna che si dedica ormai da 25 anni alla proiezione di pellicole italiane restaurate. Dalla prima edizione, l’obiettivo è stato quello di sensibilizzare il grande pubblico sull’importanza del restauro cinematografico, e di mantenere in vita il grande patrimonio del cinema italiano. In tutti questi anni la direzione artistica e la struttura organizzativa hanno mantenuto fede a questi impegni, proponendo la visione di 159 opere dell’arte cinematografica.

159

Anche per la XXV edizione la collaborazione di volontarie e volontari ha consentito di realizzare eventi collaterali, coordinare e gestire l’informazione sui diversi canali, realizzare le attività di documentazione. Alcune realtà locali hanno contribuito direttamente con risorse economiche, oppure offrendo beni e servizi, mentre alcuni esercizi commerciali hanno garantito la gestione di un punto ristoro. L’impegno continua. Si è già al lavoro per il prossimo anno per mantenere fede all’impegno di tenere viva la memoria di un’arte, quella cinematografica, che ha fatto dell’Italia un modello per tutte le cinematografie del mondo.

registi