Montaldo: siamo alla XXIV edizione

Giuliano Montaldo dedica un breve messaggio alla manifestazione “Narni, le vie del Cinema”, ricordando che è nata nel 1995 con l’intitolazione di 17 vie e piazze di Narni Scalo ai protagonisti e alle protagoniste del cinema italiano dal dopoguerra. In quell’occasione il Comune di Narni, organizzatore della rassegna, lanciò un appello a tutti i comuni d’Italia perché si assumessero l’onere e l’obbligo morale di contribuire alla conservazione e al restauro delle opere d’arte del XX secolo, quali sono i film. Montaldo, ci ricorda anche che solo così le attuali e le future generazioni potranno goderne, e la memoria collettiva di un paese potrà essere valorizzata. Il Comune di Narni, con il contributo del direttore storico Giuliano Montaldo e del direttore artistico Alberto Crespi, si è fatto interprete di questa necessità, trasformando “Le vie del Cinema” in “Rassegna del film restaurato”. Ogni anno vengono proiettati film salvati da un sicuro degrado. – Intervista e foto Patrizia Santangeli

giuliano-e-alberto

Ci siamo. Si debutta il 25 luglio

“Narni. Le Vie del Cinema” stanno per arrivare: da mercoledì 25 a domenica 29 luglio. Cinque giorni di puro svago e divertimenti, grandi film, ospiti eccellenti e ottimo cibo. Come sempre c’è bisogno di idee e di partecipazione dei cittadini. Soprattutto di giovani dinamici, volontari e appassionati di cinema con la voglia di conoscere nuove persone e aiutare la realizzazione della manifestazione, ormai giunta alla XXIV Edizione. Un’occasione unica che già nelle passate edizioni ha portato molti ragazzi e ragazze a collaborare, con una una ventata di energie e colore. Basterà inviare una e-mail a: leviedelcinema@comune.narni.tr.it. Sarete subito contattati.

La formula della manifestazione è quella  di sempre: cinque capolavori restaurati del cinema italiano sul grande schermo, e cinque classici restaurati della ricca collezione di cartoni animati prodotti dalla Walt Disney su uno schermo a parte.

Intanto vi anticipiamo il programma della sesta edizione del Cinema Animato Restaurato e il poster con l’elenco dei registi che accompagneranno le serate di fine luglio nel Parco pubblico Bruno Donatelli di Narni Scalo. Presto su questo sito, su Facebook e Twitter pubblicheremo il programma completo della XXIV Edizione, con tutte le giornate, gli ospiti, e le attività collaterali. Seguiteci.
– Alleghiamo il poster ufficiale dell’evento e il programma Disney. Cliccare per ingrandire.


programma-disney

 

Appassionati di Cinema

Da anni attraverso il lavoro volontario la comunità civile contribuisce allo sviluppo dell’iniziativa Narni, le vie del cinema. Grazie al lavoro volontario è stata realizzata la sezione del cinema animato restaurato, è stata gestita l’informazione on line, è stato curato l’allestimento degli spazi. Non sono previsti limiti di età o condizioni particolari per mettere a disposizione il proprio tempo, i propri interessi, le proprie competenze per l’organizzazione e la gestione dell’edizione 2018 di “Le vie del cinema”.
– Scarica e compila il modulo in pdf allegato. Contattaci via e-mail o telefonicamente.

narni volontari 2018

Modulo 2018

Un David a Giuliano Montaldo

A Giuliano Montaldo è stato assegnato il Premio David di Donatello 2018 per il migliore attore non protagonista. É l’ennesimo riconoscimento a uno dei grandi padri del cinema italiano, dal 2008 cittadino onorario della nostra città.
Con la proiezione del suo film “I demoni di San Pietroburgo” dopo 20 anni di chiusura è stato riaperto a Narni il cinema, legando così un evento “storico” quale la nuova disponibilità di una sala cinematografica, all’omaggio al già direttore artistico della manifestazione “Narni, le vie del cinema – Mostra del film restaurato” che dal 1995 il Comune di Narni organizza, con sempre maggiore successo di pubblico e di critica. Anche grazie a Giuliano Montaldo si è concretizzato in Italia l’impegno per il restauro delle pellicole quali opere dell’arte cinematografica, e per la loro divulgazione.

Narni, le vie del cinema interpreta la necessità di far vedere al grande pubblico queste opere d’arte quali testimonianze della memoria del XX secolo. Il cinema come spettacolo pubblico resiste ancora: la magia della visione collettiva, all’aperto, insieme a tante persone, è ancora intatta. Narni resiste, consegnando al rito i capolavori del nostro cinema. – Stefania Sandrelli consegna la statuetta del David a Giuliano Montaldo per il film “Tutto quello che vuoi” del regista Francesco Bruni.
immagini-quotidiano